Romelu Lukaku. Getty

Romelu è l’idolo dei tifosi ma, come in Premier, segna poco contro le big. Eppure con il suo gioco si rende utilissimo anche quando non fa gol

Grande e grosso lo è di sicuro. E all’Inter tutti lo adorano e ci si aggrappano come ad un totem. Non soltanto Conte. Tanto che è l’unica certezza offensiva anche per la prossima stagione. Eppure Romelu Lukaku si porta dietro la scomoda etichetta di «grande con le piccole ma piccolo contro le grandi». Come sottolineato prima della sosta da pandemia, e dopo gli stenti nelle sconfitte contro Lazio e Juve, da Paolo Di Canio: «Per me non è una sorpresa veder segnare Lukaku contro le piccole, contro squadre in cui la sua fisicità e il suo carattere lo portano a sentirsi superiore e invece in queste partite non mi sorprende che non sia pervenuto. Per me non è una sorpresa, l’ho visto in 7 anni di Premier League».

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *